Corsi La RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE DEGLI OPERATORI IN CURE PALLIATIVE E la MEDICINA DIFENSIVA

Il tema della responsabilità degli operatori di cure palliative, e più in generale della responsabilità in ambito medico, è oggi al centro di interesse istituzionale e, allo stesso tempo, rappresenta un punto molto dibattuto e controverso. A fronte, infatti, di progetti e disegni di legge orientati ad una ridefinizione della responsabilità in ambito clinico, si deve dare atto di una certa discrepanza tra i diritti e i doveri degli operatori, definiti tanto in ambito deontologico, quanto e soprattutto in ambito giuridico, e le prassi riscontrate, per lo più orientate all’individuazione di strategie volte “al contenimento del danno”, nel senso che il concetto di “responsabilità” è spesso invocato quale argine a possibili conflitti,  sia nella relazione di cura col paziente, sia nei rapporti tra operatori, strutture, pazienti e familiari. In particolare, la responsabilità in sanità - e nel peculiare contesto delle cure palliative- oggi è prevalentemente analizzata solo sulla base di nozioni generali e vaghe, che tendono a prendere in esame per lo più solo argomenti (e conseguenze) di tipo economico – contrattuale, senza considerare un’altra serie di problemi, specialmente sotto il profilo comunicativo – informativo, che hanno grande rilevanza nella sfera dell’etica sanitaria e del diritto e che, se prese sul serio, potrebbero contenere molto il proliferare di atteggiamenti propri della c.d. “medicina difensiva”.

Il corso mira a far raggiungere ai discenti una serie di obiettivi:

- fare propria una corretta ridefinizione di “responsabilità” in ambito sanitario, alla luce sia della deontologia, sia dei dati normativi (legislativi e giurisprudenziali);

- saper riconoscere gli equivoci in cui si può incorrere, se si fraintende la nozione eticamente corretta di responsabilità; maturare la consapevolezza del legame, etico, deontologico e giuridico esistente tra la nozione di “responsabilità” e i concetti di autonomia, appropriatezza dell’azione clinica e libertà;

- valutare criticamente i problemi della pratica clinica quotidiani, in ambito di responsabilità, e portare attenzione ai nodi dell’assistenza e della cura proprie delle cure palliative;

- saper formulare una valutazione corretta di casi etici (passati), al fine di migliorare la propria azione professionale per situazioni future.

Con il contributo di esperti in questioni di fine vita, che da tempo lavorano a fianco di operatori di cure palliative, verranno affrontate le molte questioni sottese, nel momento attuale, alla relazione esistente tra responsabilità in ambito sanitario e la pratica clinica attenta ai diritti dei pazienti, per fare chiarezza sulla portata e sulle implicazioni dei problemi emergenti. 

Relatrici: Prof.ssa Patrizia Borsellino - Prof.ssa Lorena Forni

Rivolto a: operatori sanitari

Data 1° ed.: 29 maggio 2017

Costo: 60 €

Crediti ECM: 6


Scarica l'allegato: responsabilit_operatori.2017.pdf (294.43 KB)