Lasciti

Chi desidera nominare l'Associazione Fabio Sassi Onlus beneficiaria di un lascito può farlo tramite testamento, seguendo le regole che la legge prevede. La formula più semplice è il testamento olografo, ossia scritto di proprio pugno, datato e firmato. C'è poi il cosiddetto testamento pubblico redatto da un notaio che raccoglie le volontà del testatore (chi fa testamento) in presenza di testimoni. L'atto viene conservato e garantito dal notaio stesso.

Escludendo la quota legittima, ovvero quella che per legge è riservata agli eredi, è possibile decidere di lasciare il proprio patrimonio, o parte di esso, a soggetti diversi. Possono essere lasciati in donazione somme di denaro, anche di modesta entità, oggetti di valore, polizze vita, beni immobili. Le associazioni senza scopo di lucro (Onlus), beneficiarie di un lascito, lo acquisiscono per l'intero valore in quanto questo, per legge, è esente da imposte.

Il testatore ha la possibilità in qualunque momento di modificare o annullare il testamento.

Chi decide per un lascito all'Associazione Fabio Sassi Onlus non sarà mai dimenticato. Attraverso un apposito albo collocato all'ingresso dell'Hospice Il Nespolo di Airuno il suo ricordo sarà sempre vivo, non solo in tutti coloro che l'hanno conosciuto ma anche in chi si troverà a percorrere un tratto di strada della propria vita insieme all'Associazione: ospiti, volontari, dipendenti.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria dell'Associazione Fabio Sassi Onlus chiamando il numero 039.9900871.

  Opuscolo informativo "IL LASCITO " (926 Kb)